Alessandro Cazzato è apprezzato in Italia e all'estero come violinista del repertorio classico e contemporaneo. 

 

Ha al suo attivo numerosi concerti in qualità di solista per importanti enti musicali italiani ed esteri, tra cui: Carnegie Hall di New York, New York Philharmonic Biennal, Spectrum NYC, NYC Electroacoustic Music Festival, Abroons Arts Center di New York, IIC Istituto Italiano di Cultura di New York, Théâtre de Valère (Sion), LAC di Lugano, "Euro Arts" International Music Foundation, Grosser Saal Gürzenich di Colonia, Teatro Euskalduna di Bilbao, Auditorium "Juan Victoria" di San Juan (Ar), "Universidad de las Artes" di Buenos Aires, Festival "Sound Thought" e Centre for Contemporary Arts di Glasgow, Orchestra Filarmonica “Mihail Jora” di Bacau, Rassegna Internazionale "Il Suono Italiano", Museo "Condes de Castro Guimarães" di Lisbona, Università delle Arti di Aveiro (Pt), Conservatorio Municipale di Thermi/Salonicco (Gr), Milano Classica, Festival "Estate Musicale a Palazzo" di Mantova, Camerata Musicale Barese, Teatro Petruzzelli, Festival della Valle d’Itria, Stagione “Estate a Palazzo” di Mantova, Goethe Institut di Roma, Lucca International Festival, Università Tor Vergata Roma, CIDIM (Comitato Italiano Musica), AMA Calabria, Matera Intermedia Festival. Nel 2017 ha debuttato presso la prestigiosa Carnegie Hall di New York in un recital per violino solo con musiche di Locatelli, Sivori e Paganini.

 

Ha iniziato lo studio del Violino con il M° Franco Cristofoli. Si è diplomato e perfezionato con lode sotto la prestigiosa guida dei Maestri Franco Mezzena e Felix Ayo. Ha studiato Direzione d’Orchestra con il M° Nicola Samale. Vincitore di borsa di studio dell’Accademia Gustav Mahler (presidente Claudio Abbado), ha seguito corsi di perfezionamento con prestigiosi membri dei Berliner Philharmoniker. È vincitore di primi premi e primi assoluti in numerosi Concorsi di Esecuzione Musicale Nazionali ed Internazionali.

 

Il suo repertorio spazia dalla musica barocca alla musica contemporanea, collaborando stabilmente con compositori italiani ed esteri. È socio della SIMC – Società Italiana di Musica Contemporanea.

 

Collabora con l'etichetta "Tactus" (distribuzione Naxos) per la realizzazione del Cd "Riscritture" (2016, dedicato al repertorio per violino solo contemporaneo) e del Cd "Felice Giardini, Sei Duetti a Due Violini Op. 2" (in uscita nel 2019).

 

È laureato e specializzato con lode in Lettere e in Filologia Moderna. È autore di libri di saggistica musicale e letteraria e collabora con riviste specializzate, tra cui: «Rivista Musica», «Fronesis. Semestrale di Filosofia, Letteratura, Arte», «Incroci. Semestrale di letteratura e altre scritture». I suoi lavori hanno ricevuto recensioni e segnalazioni su importanti riviste di settore (Amadeus, Musica, Suonare News, Radio Svizzera Italiana, Venezia Musica, etc.).

 

È invitato a far parte della giuria di Concorsi di Esecuzione Musicale Nazionali e Internazionali.

 

Si dedica anche all'attività didattica e alla ricerca in campo musicale. È direttore artistico dell'Associazione Musicale "Archimie – Accademia degli Archi". Tiene corsi di perfezionamento violinistico, seminari sulla performance della musica contemporanea e sui rapporti tra musica e letteratura. Attualmente è docente di Violino presso il Conservatorio "Fausto Torrefranca" di Vibo Valentia e collabora con il Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce – sede staccata di Ceglie Messapica (Br).



ARCHIMIE DUO

Il Duo Archimie nasce dall’incontro tra  Alessandro Cazzato e Sharon Tomaselli e dalla loro passione per il repertorio cameristico e per la ricerca musicale. I due violinisti, dopo un’intensa preparazione artistica e attività concertistica, hanno voluto condividere la propria esperienza, grazie a gusti e idee musicali comuni. Il loro repertorio spazia dalla musica barocca alla musica contemporanea.

LA MUSICA DELLE PAROLE

Con questo libro, unendo competenze letterarie e tecnico-musicali, Cazzato intende consolidare una ‘chiave di lettura musicale’ per la poetica di Giovanni Pascoli che spesso la tradizione critica italiana ha oscurato. Lo studio comparato tra poesia e musica mette in luce i rapporti segreti tra suono e parola poetica, corrispondenza sentita e sempre  attiva in Pascoli che lo sospinge alla valorizzazione della ‘musica delle parole’. Prefazione di Giovanni Piana.

CD RISCRITTURE

Un passato che lascia traccia in nuove sonorità, un passato rivisitato in nuovi segni e gesti, una nuova musica profondamente segnata dal passato: questo il percorso proposto nel CD, incentrato sul tema della “riscrittura”, intesa sia come volontà – ed esigenza – di ripensare, nella modernità, la tradizione musicale del passato per creare nuovi valori artistici, sia come recupero di stilemi del passato per riproporli, talvolta pur deformati, nella scrittura post-moderna della contemporaneità, sia come vera e propria interpretazione.