F. CHOPIN, BERCEUSE

TRANSCRIPTION FOR SOLO VIOLIN

Florestano Edizioni, 2014

 

Frédéric Chopin’s Berceuse op. 57 was written in the summer of 1843, during the composer’s stay at

George Sand’s country estate of Nohant. It might sound like a ‘colourful’ approach to sonority, simple

and brilliant, that predates Impressionism. In the transcription for solo violin we retain the ‘progressive’ and non-independent nature of Chopin’s variations, since the script fits very well with the new instrumental set. Moreover, we emphasize the virtuosity aspects, by reason of different nature of violin.


F. CHOPIN, BERCEUSE

TRASCRIZIONE IN VARIAZIONI DA CONCERTO

PER VIOLINO SOLO

Florestano Edizioni, 2014

 

Composta nell’estate del 1844 nella residenza della scrittrice George Sand a Nohant, la celebre Berceuse op. 57 di Fryderyk Chopin si presenta come un semplice puro gioco di colori e di sonorità che guardano già ad un uso impressionistico del suono. Nella trascrizione per violino solo si è conservato il carattere ‘progressivo’ e non autonomo delle variazioni chopiniane in una scrittura che, sorprendentemente, ben si adatta alla nuova veste violinistica ed assume, data la natura diversa dello strumento, un nuovo carattere virtuosistico.