PROSPETTIVE DI STUDIO E RICEZIONI LETTERARIE DELLE SONATE E PARTITE PER VIOLINO SOLO

DI JOHANN SEBASTIAN BACH

Florestano Edizioni, 2014

 

In questo lavoro si vuole dapprima far luce sulle Sonate e Partite per violino solo BWV 1001-1006, con particolare attenzione alla peculiarità della scrittura contrappuntistica per strumento solo e alle problematiche più note dell’opera (periodo di composizione, funzione e modalità di esecuzione, dedicatario). In un secondo momento, nasce l’opportunità di prendere in considerazione alcune delle più sintomatiche ricezioni letterarie del secolo appena trascorso per interpretarle, in prospettiva comparata, come vere e proprie ‘ombre’ generate dal capolavoro bachiano. L’interesse verso un simile approccio  comparato è per noi oggi tanto più vivo quanto più l’arte bachiana è diventata universale patrimonio della civiltà occidentale.